La XXXIII edizione de "La montagna produce" si è svolta a Desulo dal 1 al 3 novembre

Instagram racconta i saperi e i sapori della montagna di Desulo

Nel cuore della Barbagia per foto - raccontare la tradizione tra cultura, musica e gastronomia.

Data Articolo: 05/11/2013 18:29:00
http://sardegnaeventi24.it/public/folders/100/80386-foto-del-profilo-personale.jpg

Daniela Deidda

star star star Reporter Gold

931 eventi pubblicati

97 notizie pubblicate

Questa volta il richiamo della montagna ha avuto la meglio e così con Istagramers Sardegna e Marenostrum accogliamo l'invito del Comune e foto - raccontiamo per la prima volta “La montagna produce” di Desulo, un evento che valorizza artigianato e prodotti tipici richiamando migliaia di visitatori da tutta l'isola.


Raggiungiamo il paese della Barbagia di Belvì dopo aver riempito lo sguardo dei colori di campagne e foreste che in autunno sono un susseguirsi di tonalità cangianti dall'ambra al rosso acceso.


Passeggiare tra le vecchie case in pietra di scisto del rione di Asuai, quest'anno si è scelto questo come cuore della sagra, è come fare un salto nel tempo. La visita a sas domos restituisce l'idea dell'organizzazione domestica e comunitaria nella tradizione. Assistiamo alla lavorazione del pane e a quella del formaggio, e perfino la distillazione de s'abardente (una sorta di grappa sarda) mentre anziane donne alla finestra scrutano incuriosite sos istranzos, gli stranieri, per usare una definizione del noto poeta desulese Montanaru a cui è dedicato un importante premio letterario.


Nella via principale ci accompagnano il profumo del caminetto, delle caldarroste o dei formaggi perché la montagna è sempre intorno a noi pronta a rallegrare vista e palato in un susseguirsi di assaggi golosi come il torrone che viene preparato sotto i nostri occhi, le specialità locali con funghi porcini che ritroveremo anche nella deliziosa pizza gustata a S'Abile, o gli ottimi salumi tipici, dal prosciutto alla salsiccia ma anche is caschettes di Belvì, un dolce a base di nocciole, e il croccante della sposa di Aritzo, con mandorle e zucchero.


In questa grande festa della montagna è difficile non farsi coinvolgere dall'irrefrenabile energia delle maschere tradizionali fonnesi degli Urthos e Buttudos che si esibiscono in centro, o dalla musicalità di organetto e fisarmonica dei balli folcloristici che hanno il potere di smuovere quella parte di sardità più vera che inevitabilmente riemerge facendo sì che i piedi inizino misteriosamente a danzare. Né si può rimanere indifferenti davanti alla fierezza con cui giovani donne, e perfino bambine, indossano gli abiti tradizionali desulesi così riccamente decorati e ornati.


Al termine di questa due giorni la montagna la portiamo con noi perché castagne, noci, miele di eucalipto, torrone e prosciutto sono i sapori che devono essere condivisi con parenti e amici.


Tags

#Altre Notizie

Metti in evidenza il tuo Evento

Metti in evidenaza il tuo evento e raggiungi migliaia di utenti. Scopri le offerte a te riservate.

Offerte per gli eventi

Metti in evidenza la tua Impresa

Hai una azienda? Noi possiamo darti visibilità. Controlla le promozioni che ti abbiamo riservato. Clicca sul bottone qua sotto.

Offerte per le imprese

Contribuisci anche tu

Crea anche tu nuovi contenuti per SardegnaEventi24.it ed entra a far parte della community!

Segnala un evento

Scrivi un articolo

Diventa reporter

#Instagram

#Comunity

Classifica per eventi e articoli inseriti, visualizzazioni e condivisioni

I più popolari della settimana

Eventi visti: 11330
Notizie viste: 5015
Eventi visti: 10989
Notizie viste: 0
Eventi visti: 10274
Notizie viste: 0
Eventi visti: 8210
Notizie viste: 697
Eventi visti: 7544
Notizie viste: 580

I più attivi della settimana

Eventi inseriti: 17
Notizie inserite: 0
Eventi inseriti: 9
Notizie inserite: 7
Eventi inseriti: 4
Notizie inserite: 0
Eventi inseriti: 3
Notizie inserite: 0
Eventi inseriti: 2
Notizie inserite: 0