Italia Eventi 24
LinguaIT
A Cala Gonone va in scena Caterina Murino con Canne al Vento
Spettacolo teatrale tratto dall'omonimo romanzo di Grazia Deledda
12/08/2018

Metti in evidenza il tuo evento

Il Crogiuolo CANNE AL VENTO PAESAGGI SONORI liberamente ispirato a “Canne al vento” di Grazia Deledda con Caterina Murino coro Rita Atzeri,Alessandra Leo,Manuela Ragusa,Gisella Vacca musiche originali Franziscu Medda – Arrogalla testo e regia Rita Atzeri

Canne al vento,è il romanzo che valse alla Deledda il Premio Nobel per la letteratura nel 1923.

La trama Il romanzo narra le vicende della famiglia Pintor: padre,madre e le sue quattro figlie (Ruth,Ester,Noemi e Lia) che abitano in un villaggio sardo,chiamato Galte,poco distante dalla foce del Cedrino,sulla costa tirrenica della Sardegna.
Si tratta di una famiglia di origine nobile che vive la propria vita senza particolari scossoni. Le donne si dedicano ai lavori domestici e sono costrette a sottostare alla volontà di un padre prepotente che si preoccupa solo di mantenere il prestigio e la reputazione della sua famiglia agli occhi della comunità isolana.

Solo Lia si ribella a questa condizione di mestizia malinconica nella quale sfuma perfino l’orgoglio,trasgredendo le regole imposte dal padre Don Zame,che è descritto come un uomo cupo e violento,paragonato al diavolo. Lia decide quindi di fuggire dalla Sardegna e approda a Civitavecchia.

Don Zame impazzisce per il disonore e tenta invano di inseguire Lia.

Temi trattati
La fragilità umana,l’amore,l’onore,la povertà,l’amara consapevolezza di un destino già segnato,sono alcuni tra i temi,che emergono dalla lettura del testo.
Gli uomini e le donne sono visti come esseri fragili,piegati come canne al vento: sopra di noi esiste una forza soprannaturale (la sorte) che non possiamo in alcun modo contrastare e combattere. Da sfondo,troviamo il paesaggio sardo,visto come un mondo senza tempo e pervaso da una sorta di mistero. L
a scrittrice descrive l’amata Sardegna,soffermandosi da una parte sulla staticità delle antiche usanze di paese e dall’altra ne rileva il rapido sviluppo industriale e tecnologico.
Nel romanzo Grazia Deledda si diletta a scrivere sia in lingua italiana che in lingua sarda,utilizzando molto spesso termini dialettali. Lo spettacolo Lo spettacolo ha l’impianto dei classici greci,una voce narrante,un coro,la musica dal vivo.

Si propone sotto forma di concerto per recitanti.

Una forma tradizionale per un contenuto innovativo. Le parole dello spettacolo,i temi,le lingue (sardo e italiano),saranno punto di partenza per un lavoro di ricerca che interesserà la musica ed il testo. A Franziscu Medda il compito di creare una partitura sonora che riporti al tempo presente l’arcaico della Sardegna immortalata dalla Deledda,per affiancarla,fonderla,con le sonorità dell’oggi,passando per quel cambiamento rappresentato dall’industrializzazione a cui già il romanzo accenna. Speculare all’operazione musicale sarà quella drammaturgica ai personaggi della Deledda,affidati alla lettura di Caterina Murino,si affiancheranno archetipi contemporanei affidati alle voci del coro.


Organizzazione

info@mousike.org

pigimanca

2 eventi pubblicati

0 notizie pubblicate

0 aziende pubblicate

Meteo

Min. °C
Max. °C
/ °C
/ °C
/ °C
/ °C
/ °C
/ °C
Il Meteo.net

# Altri Eventi

  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • Google+
  • Youtube
  • Feed

TERRA DE PUNT SRL P.IVA 03794090922

Numero REA: 298042 - Iscrizione ROC: n. 32207

SARDEGNAEVENTI24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Sassari n. 1/2018

Sede Legale: Via Anglona 7, 09121 Cagliari

Sede Operativa: Viale Trento 15, 09123 Cagliari

X
en Englishfr Françaisde Deutschit Italianopt Portuguêses Español