Italia Eventi 24
LinguaIT
Al teatro Comunale di Sassari “Occidente solitario”
Una divertente commedia "nera" interpretata da Claudio Santamaria e Filippo Nigro
Dal 18/02/2013 al 19/02/2013

Metti in evidenza il tuo evento

Due icone del cinema per un testo cult: debutta lunedì 18 febbraio alle 21 (in replica martedì 19 sempre alle 21) al nuovo Teatro Comunale di Sassari “Occidente Solitario” dell’irlandese Martin Mc Donagh,divertente commedia “nera” interpretata da Claudio Santamaria e Filippo Nigro accanto a Massimo De Santis e Azzurra Antonacci,per la regia di Juan Diego Puerta Lopez.
La pièce venata di amara e cruda ironia – nel cartellone di M’Illumino di Prosa/ la Stagione 2012-13 del CeDAC (nell’ambito del XXXIII Circuito Teatrale Regionale Sardo) approderà poi al Teatro Massimo di Cagliari da mercoledì 20 febbraio alle 20.45 fino a domenica 24 febbraio (da mercoledì a sabato alle 20.45- turni A,B,C,D e domenica alle 19 – turno E)
Ritratto di famiglia in un inferno con “Occidente Solitario” di Martin McDonagh. La commedia nera del pluripremiato drammaturgo britannico (nato a Londra ma di origini irlandesi) racconta il feroce antagonismo tra due fratelli in uno sperduto villaggio dell’Irlanda: uniti dall’odio reciproco,i due si contendono spazio vitale e proprietà,prigionieri nella loro difficile convivenza,in una catena infinita di sfregi e vendette.

Protagonisti sulla scena Claudio Santamaria e Filippo Nigro,entrambi noti al grande pubblico per le loro interpretazioni cinematografiche e televisive (da “Fuochi d’artificio” a “Almost Blue” e “L’ultimo bacio”,poi “Paz!”,“Agata e la tempesta” e “Ma quando arrivano le ragazze?” di Avati,fino a “Romanzo criminale” e la fiction su “Rino Gaetano”,e un film emblematico come “Diaz” per Santamaria; mentre Nigro spazia da “Le fate ignoranti” e “La finestra di fronte” di Ozpetek a “Amore che vieni amore che vai”,“Oggi sposi” e “Diverso da chi?”,alla serie “R.I.S.” in tv fino a “ACAB-All Cops Are Bastards” di Stefano Sollima).

Prestano corpo e voce a Coleman e Valene,fratelli in lotta,talvolta forse complici davanti al mondo esterno,ma sempre,irrimediabilmente nemici.

Completano il cast,nella mise en scène della Compagnia Gli Ipocriti,per la regia di Juan Diego Puerta Lopez che mette l’accento sulla “concretezza spietata della vita”, Massimo De Santis e Azzurra Antonacci,nel ruolo rispettivamente dell’idealista e disperato Padre Welsh e dell’unica donna in questo universo maschile,una giovane venditrice abusiva di whisky,appunto Ragazzina.

Fotografia di spiriti inquieti,all’ombra del male di vivere,la caustica pièce di Mc Donagh (ultimo capitolo della sua “The Leenane Trilogy”,iniziata con “The Beauty Queen of Leenane” e proseguita con “A Skull in Connemara”; e infine con “The Lonesome West”,rappresentato in Italia con il titolo di “Occidente Solitario”) narra impulsi e passioni,racconta di delitti inconfessabili e segreti di famiglia,di generose aspirazioni e fallimenti.

L’esistenza in un piccolo villaggio – dell’Irlanda come di ogni altra regione del mondo – può diventare insopportabile: paradigma di vizi e virtù,fragilità e abusi,“Occidente Solitario” svela attraverso i suoi personaggi,così estremi da apparire grotteschi,e maniacali nella ripetizione esasperata di gesti e azioni,quasi un rituale nell’assurda lotta quotidiana,selvaggi e brutali,la verità su comportamenti,pensieri e azioni,decisamente e anche troppo umani.

Fratelli-coltelli,avversari sotto lo stesso tetto; ma anche la figura del sacerdote,incapace di rassegnarsi a quella logica di scontri sul filo di una continua tensione; e l’unica donna,Ragazzina,attivamente impegnata nel commercio clandestino di whisky,rappresentano le diverse declinazioni di uno squilibrio,un disagio,accentuato dalla solitudine,quell’isolamento claustrofobico che dilania e riunisce tutte le anime in un unico destino.

Scaturisce così un surreale equilibrio,che fa dell’astio ricambiato,dell’avidità,di un’insanabile ostilità e un’aggressività rabbiosa,la via di fuga dall’inevitabile catastrofe: la smania di possesso dell’uno,la sfacciata attitudine da parassita dell’altro si bilanciano in un pericoloso gioco a due. I fratelli si fronteggiano,fra tradimenti,insidie,aperte provocazioni,perfino ricatti.

Di quel microcosmo feroce McDonagh disegna con cupa ironia il suo brillante affresco,in una commedia in nero in cui i valori appaiono capovolti e dimenticati,la fede è un abito adatto per la malinconia e il rimpianto,e l’utile immediato azzera il dilemma tra il bene e il male.

La cattiveria e quella strana giostra delle passioni,in cui perfino un tentativo di pacificazione,con la confessione dei precedenti dispetti e delitti in attesa di perdono,innesca nuove ostilità riescono però a far ridere,in un interessante contrappunto in cui ciascuno elargisce il suo veleno; in fondo come sottolinea il regista Juan Diego Puerta Lopez nelle note,citando Beckett: “Non c’è niente di più comico dell’infelicità”.

Organizzazione

cedac.uffstampa@gmail.com
339.1560328

AnnaBrotzu CeDAC

73 eventi pubblicati

0 notizie pubblicate

0 aziende pubblicate

Meteo

Min. °C
Max. °C
/ °C
/ °C
/ °C
/ °C
/ °C
/ °C
Il Meteo.net

# Altri Eventi

dal 19/08/2019 al 25/08/2019
Olbia
dal 10/08/2019 al 17/08/2019
Dorgali
dal 25/05/2019 al 08/09/2019
Atzara
dal 12/07/2019 al 31/08/2019
Bosa
dal 01/08/2019 al 19/09/2019
Cagliari
dal 04/07/2019 al 06/10/2019
Teulada
  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • Google+
  • Youtube
  • Feed

TERRA DE PUNT SRL P.IVA 03794090922

Numero REA: 298042 - Iscrizione ROC: n. 32207

SARDEGNAEVENTI24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Sassari n. 1/2018

Sede Legale: Via Anglona 7, 09121 Cagliari

Sede Operativa: Viale Trento 15, 09123 Cagliari

X
en Englishfr Françaisde Deutschit Italianopt Portuguêses Español