Italia Eventi 24
LinguaIT
Festival letterario diffuso “Ananti de sa ziminera” a Bauladu,Nurachi e Tramatza
Filo conduttore del festival saranno i racconti davanti al focolare
Dal 22/02/2013 al 02/03/2013

Metti in evidenza il tuo evento

Ritorna il Festival Letterario Diffuso Ananti de sa Ziminera,dal 22 febbraio al 2 marzo 2013 nei comuni di Bauladu,Nurachi e Tramatza.
Tra il Montiferru ed il Sinis,due fine settimana di incontri con autori,laboratori di fumetto,aperitivi a chilometro zero e musica dal vivo.

Un festival diffuso nelle case campidanesi,nelle biblioteche comunali,nei bar,nelle cantine,lungo le strade in pietra e nelle piazze dei tre paesi dell’Alto Oristanese,con l’obiettivo di elevare la qualità della domanda di cultura espressa dalle comunità coinvolte e supportare lo sviluppo socio-economico dell’intera area locale facendo della cultura il modello e lo strumento cardine di crescita.

Filo conduttore del festival i racconti davanti al focolare,tipici della realtà contadina sarda e vivi fino a qualche decennio fa,quando tutte le sere all’imbrunire le famiglie si raccoglievano accanto a sa forredda e un narratore,circondato da attenti e silenziosi ascoltatori,diveniva il protagonista della serata.

Attraverso la narrazione di contos e paristorias si impartivano lezioni importanti,si trasferiva morale,si invogliavano i più piccoli a seguire le regole del gruppo sociale.
I contos erano telegiornale,spazio pubblicitario e spettacolo serale insieme. Ma con in più quel senso vivo di partecipazione umana che oggi il piccolo schermo ha reso quasi sterile.

Il Festival Letterario Diffuso Ananti de sa Ziminera,si propone di rievocare quel tempo del racconto e quel momento di aggregazione sociale,facendo sedere davanti ad un camino scrittori,poeti,cantautori,esperti di letteratura,linguisti,politici,uomini e donne impegnati nel sociale e persone comuni,al fine di presentare libri di recente pubblicazione,confrontarsi riguardo argomenti di attualità e riflettere sulle tematiche del territorio e della società contemporanea.
La quarta edizione della manifestazione si aprirà a Bauladu,in data venerdì 22 febbraio alle ore 18 presso il centro servizi San Lorenzo,con l’incontro dal tema “L’accesso alla cultura nell’era digitale. Da Michelangelo Pira ad Aaron Swartz”: un parallelo tra l’intelletuale sardo che 40 anni fa profetizzò la rete web con “Il Villaggio Elettronico”,scritto nel 1970 come singolo capitolo di un romanzo incompiuto che si sarebbe dovuto intitolare “Scuola e rivoluzione” ed il giovane attivista americano – morto suicida lo scorso gennaio – ideatore del progetto Open Library,che rivoluzionò il pensiero comune circa l’accesso ai contenuti culturali in rete.
Ad animare l’incontro il sociologo e scrittore Nicolò Migheli,lo storico Omar Onnis e Alessio Pia,giovane imprenditore sardo nel settore dell’editoria digitale.

Sempre venerdì 22,alle ore 21,uno degli appuntamenti più attesi del festival: l’omaggio a Pier Paolo Pasolini con lo spettacolo “Pasolini. L’incontro” dei Tre Allegri Ragazzi Morti all’interno dello spazio biblioteche aperte. La band di Pordenone porterà in scena una performance di disegno e proiezioni accompagnata da musiche d’atmosfera.

Ad aprire la rappresentazione il reading musicale “Sporco come l’amore” di Stefano Aranginu per la sezione scritture giovani.

Il giorno successivo,sabato 23 febbraio,alle ore 18 nei locali del centro servizi San Lorenzo di Bauladu,sarà la volta di Paola Soriga con “Dove finisce Roma”,il fortunato romanzo d’esordio della scrittrice di Uta: una storia di bambini nella realtà adulta della guerra. Segue,alle ore 21 nella biblioteca comunale del paese,il reading “Approdi e Abissi” di Giacomo Casti e Arrogalla: da Omero e Dante fino a Derek Walcott e Alvaro Mutis,passando per Melville,Conrad,Galeano,Erri De Luca e diversi altri,un viaggio letterario-musicale ricco e articolato che attraversa il tempo,i luoghi e le storie per approdare ad un presente liquido e complesso come quello che stiamo vivendo.

A chiudere la serata il dopofestival d’autore con il concerto di Diablo,frontman della band cagliaritana Sikitikis,alle ore 22:30 al central bar.

Venerdì 1 marzo la manifestazione si sposta a Nurachi. Alle ore 18 presso il lavatoio comunale Pasquale Mascia,operatore della biblioteca Satta di Nuoro,incontra Antonella Agnoli,consigliere di amministrazione dell’Istituzione Biblioteche di Bologna e autrice del libro “Caro Sindaco,parliamo di biblioteche”: un saggio che mostra come le biblioteche – se ripensate in chiave innovativa e come luoghi di comunità – siano una fondamentale risorsa anche in tempi di crisi.

Alle ore 21,nella biblioteca comunale del paese,Giovanni Battista Calvisi leggerà per la sezione scritture giovani la personale raccolta di poesie “Nero Poetico”,primo lavoro dell’autore ozierese. Sarà quindi la volta di Gianni Zanata che,in compagnia dell’attore Gaetano Marino e del jazzista Mario Massa,presenterà con un reading musicale il romanzo “Dettagli di un sorriso”.

Per lo spazio dopofestival d’autore,al tiacos bar alle ore 22:30,il concerto delle Lilies on Mars: il duo al femminile di Sant’Antioco con base a Londra,che recentemente ha accompagnato in tour il maestro Franco Battiato.

Sabato 2 marzo,alle ore 18,si aprono le porte della casa Enna di Tramatza per l’incontro dal tema “La Padania non esiste,Zemanlandi sì” con il giornalista e radiocronista Vittorio Sanna e Giuseppe Sansonna,autore del libro “Zemanlandia” e penna di fiducia del tecnico boemo. Solamente a ridosso dell’incontro si avrà la conferma della partecipazione di Zdeněk Zeman. Alle ore 21,presso la biblioteca comunale,Giacomo Casti e Matteo Sau presentano “Fabrizio,1981”:
un viaggio lungo un disco,L’Indiano di Fabrizio De Andrè del 1981,che confronta due popoli per certi versi affini e per certi altri molto diversi,il popolo dei sardi e quello dei pellerossa,entrambi chiusi nei loro mondi. L’edizione 2013 del festival si chiuderà nella cornice della cantina dell’azienda vitivinicola Famiglia Orro con il concerto di Brunori Sas,considerato uno dei più convincenti giovani cantautori italiani,noto per la semplicità nel raccontare piccole storie,quelle di tutti.

La quarta edizione del festival propone un laboratorio di fumetti a cura di Manuelle Mureddu in collaborazione con Lìberos,la comunità dei lettori sardi.
Il laboratorio,della durata di tre lezioni da due ore ciascuna,ha lo scopo di far acquisire gli strumenti minimi di comprensione e di approccio al fumetto inteso come medium agli utenti: quindi non solo disegnare ma raccontare una storia tramite i disegni.

Sono due le principali novità di questa annualità della manifestazione. Oltre agli appuntamenti ananti de sa ziminera,si inaugura lo spazio biblioteche aperte: un’apertura straordinaria dei luoghi di fruizione della lettura per eccellenza nella fascia oraria notturna con la proposizione di attività di promozione della lettura.

L’edizione 2013 sarà la prima volta anche per la sezione denominata scritture giovani. Questa nuova iniziativa è stata pensata per gli autori emergenti,che potranno usufruire dello spazio per presentare il proprio lavoro nella maniera da loro desiderata: un reading,un monologo,una lettura ad alta voce,un’intervista. Il tutto in pochi minuti,come nell’elevator pitch: il tipico discorso con cui ci si presenta in ambito professionale ad un’impresa o investitore.

Attraverso la partnership con il Consorzio Produttori Terre Shardana,all’interno del festival si rinnovano gli aperitivi letterari a chilometri zero.

La proposizione di produzioni enogastronomiche dell’alto Oristanese e del Montiferru all’interno della rassegna vuole essere un invito esplicito a consumare tutti i giorni sulle nostre tavole i prodotti del territorio in cui viviamo,un inno al sistema di filiera corta.
Soprattutto in un periodo come quello attuale in cui ci si interroga sul futuro del comparto agropastorale nostrano.

La diffusione degli eventi,non solo sul territorio ma anche all’interno di ogni singolo paese,è mirata a far vivere agli autori ospiti e al pubblico del festival la realtà locale,in un’esperienza collettiva unica con i residenti.

La ricerca dello scambio,dell’interazione e del confronto altro non è che,infatti,l’essenza stessa della nostra idea di cultura. Al fine di facilitare questo processo si è creata una rete degli operatori turistici locali che promuovono un voucher (da euro 22,00 con l’opzione dormire e prima colazione) nei fine settimana della manifestazione.

Oltre alle amministrazioni comunali di Bauladu,Nurachi e Tramatza,all’Unione dei Comuni Montiferru Sinis,al Sistema Bibliotecario del Montiferru,alle reti del Consorzio Produttori Terre Shardana e degli operatori turistici locali,è degno di nota il network tra la Consulta Giovanile di Bauladu,il Gruppo Giovani di Tramatza e l’associazione culturale Nuraghe e Pauli su cui si regge l’intero apparato organizzativo dell’evento.


Organizzazione

bauladugiovane@tiscali.it
340.6362906

Consulta Giovani Bauladu

1 eventi pubblicati

0 notizie pubblicate

0 aziende pubblicate

Meteo

Min. °C
Max. °C
/ °C
/ °C
/ °C
/ °C
/ °C
/ °C
Il Meteo.net

# Altri Eventi

dal 05/07/2019 al 07/07/2019
San Vero Milis
dal 10/05/2019 al 12/07/2019
Cagliari
dal 03/05/2019 al 30/10/2019
Bitti
dal 22/06/2019 al 31/07/2019
Solarussa
dal 17/05/2019 al 06/07/2019
Cagliari
01/08/2019
Cagliari
dal 13/06/2019 al 30/06/2019
Cagliari
  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • Google+
  • Youtube
  • Feed

TERRA DE PUNT SRL P.IVA 03794090922

Numero REA: 298042 - Iscrizione ROC: n. 32207

SARDEGNAEVENTI24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Sassari n. 1/2018

Sede Legale: Via Anglona 7, 09121 Cagliari

Sede Operativa: Viale Trento 15, 09123 Cagliari

X
en Englishfr Françaisde Deutschit Italianopt Portuguêses Español