Italia Eventi 24
LinguaIT
COME I RISTORANTI RESISTONO ALLA SECONDA ONDATA
L'ESPERIENZA DI UN GESTORE RACCONTATA IN UN'INTERVISTA
Oristano

Puntare sulla tradizione e la qualità

24 ottobre 2020. Il Premier Conte firma il nuovo dpcm contenente le misure di restrizione per il settore della ristorazione. Si chiude alle diciotto. La notizia che fa tremare la ristorazione è arrivata.
Nei giorni a seguire abbiamo assistito alla rabbia sfociata in violenza di alcuni e il disappunto tramutato in proteste pacifiche di altri. Ad ogni modo il mondo va avanti e si cerca di sopravvivere alle difficoltà imposte dal Covid.
Il virus non risparmia nessuno, ne le grandi e storiche attività, ne le giovani e innovative. Tutte accomunate dal voler star a galla fino alla fine di questa piaga. Una tra queste è il ristorante Cocco e Dessì gestito da Maurizio Firinu il quale ci riporta la sua esperienza.

State puntando sul servizio d’asporto?
“Facciamo asporto solo il sabato sera e dal lunedì alla domenica lavoriamo a pranzo.”
Avete rivisto il menù?
“Si, abbiamo deciso di cambiare qualcosa in base al servizio d’asporto.”
All’ora di pranzo il numero di clienti è calato?
“Non essendoci lavoratori in giro e non potendo stare più di quattro nello stesso tavolo non vengono più per fare pranzi di lavoro. Quindi si.”
Hai paura del cambiamento?
“La preoccupazione c’è, ma dobbiamo sforzarci a pensare in positivo e non abbatterci.”
Pensi di lasciare la ristorazione?
“Non lascio la ristorazione. È la mia vita. In questi tempi dobbiamo reinventarci mantenendo la tradizione e la qualità.”
Speri in aiuti economici da parte dello Stato?
“La speranza c’è sempre. Sarebbe una boccata d’aria. Dovrebbero essere proporzionati in base alle esigenze.”
Sei d’accordo con l’idea di Solinas di chiudere i ristoranti alle 23?
“No, perché la gente avrebbe comunque paura a venire. Ci sarebbero meno danni così.”
Pensi che lo Stato vi abbia tutelato abbastanza come imprenditori?
“I dipendenti sono stati tutelati e questo mi fa dormire sereno.”
Sei sceso o scenderesti in piazza per manifestare?
“È un momento difficile a causa del virus. Non scendo in piazza per rispetto di tutti quelli che combattono contro di esso.”
Avete avuto casi di Covid-19 tra il personale?
“Non abbiamo avuto nessun caso avendo preso precauzioni e adottando una buona comunicazione con i dipendenti.”

************************************************************************************************

24 October 2020. The P.M, Conte signs the new dpcm containing the restrictions for the restaurant sector. Closing of doors at six. The news that makes the restaurant quiver has arrived.
In the following days, we saw the anger escalating into violence by some and the disappointment turned into peaceful protests by others. In any case, the world goes on and everybody attempt to survive to difficulties imposed by Covid.
The virus spares no one, neither the great and historical activities, nor the young and innovative ones. All united by the desire to stay afloat until the end of this plague. One of these is Cocco e Dessì restaurant managed by Maurizio Firinu who reports here his experience.

Are you focusing on the takeaway service?
“We do takeaway only on Saturday night and we work from Monday to Sunday for lunch.”
Have you revised the menu?
“Yes, we have decided to change something based on the takeaway service.”
Did the number of customers drop-down at lunchtime?
“There aren’t workers around the city and they cannot be more than four at the same table, they no longer come to have business lunches. So yes.”
Are you afraid of change?
“I’m afraid, but we must think positively and we never give up.”
Are you thinking of leaving the restaurant sector?
“I won’t leave the restaurant sector. It’s my life. In these times we have to reinvent ourselves maintaining tradition and quality.”
Do you hope in state aid?
“We have hope. State aid should be proportionate to our needs.”
Do you agree with Solinas’ idea of closing restaurants at 11 pm?
“No, because people would still be afraid to come. I think there would be less damage following that way.”
Do you think the state has protected you enough as entrepreneurs?
“The employees have been protected and this makes me sleep peacefully.”
Did you go down the streets to demonstrate or are you going to take part of it?
“It’s a difficult time due to the virus. I do not take part of demonstrate for respect of all those who fight against it.”
Have you had any cases of Covid-19 in the staff?
“We never had any case because we have taken precautions and we have adopted good communication with employees.”

Davide Camba

0 eventi pubblicati

16 notizie pubblicate

0 aziende pubblicate

# Altre Notizie

  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • Google+
  • Youtube
  • Feed

TERRA DE PUNT SRL P.IVA 03794090922

Numero REA: 298042 - Iscrizione ROC: n. 32207

SARDEGNAEVENTI24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Sassari n. 1/2018

Sede Legale: Via Anglona 7, 09121 Cagliari

Sede Operativa: Viale Trento 15, 09123 Cagliari

X
en Englishfr Françaisde Deutschit Italianopt Portuguêses Español