Italia Eventi 24
LinguaIT
Edizione 2019 per il progetto solidale Strange for Life
Il 27 luglio da Cagliari alle 8.30 prenderà il via il viaggio solidale del progetto Strange for Life, capitanato da Daniele Strano, che si concluderà con l'arrivo a Budoni previsto per il 02 agosto.

Strange for life 2019

Quattro chiacchiere con Daniele Strano che ci ha raccontato quali sono le novità e gli obiettivi di questa nuova avventura che si appresta a vivere e a far vivere al suo team.

La prima volta che ho incontrato Daniele Strano, “Strange for Life”, era un interessante progetto che ancora non aveva visto la luce. Parliamo dell’anno 2015 e so per certo di aver pensato “questo ragazzo è un matto”. Navigare da solo, senza un supporto constante è difficile, specialmente se lo si fa sopra un Kayak e a bordo puoi portare giusto l’indispensabile. Ma se oggi siamo qui a parlare della quinta edizione dell’iniziativa è proprio grazie a questo matto visionario con lo spirito da guerriero.

Le prime due edizioni hanno visto Daniele impegnato a raccogliere fondi per Save The Children, ricordo il suo primo ritorno a casa dopo il periplo della Sardegna, con il viso stanco, il corpo dimagrito e l’incredulità nei suoi occhi nel ritrovare la famiglia e gli amici che lo attendevano a Marina Piccola. Il terzo anno i fondi raccolti sono stati destinati a sostegno delle iniziative promosse dall’associazione Special Olympics ed il viaggio è servito anche per capire meglio quale direzione dare al progetto. Nel 2018 la svolta, quando insieme ad un gruppo di 10 donne che hanno vinto la loro battaglia contro il tumore, vengono raccolti 12.000 euro. Ma a questo punto lascio la parola a Daniele Strano, che ci racconterà le novità dell’iniziativa solidale del 2019.

Daniele, siamo arrivati alla quinta edizione del progetto solidale Strange For Life. Quali sono le novità di questa edizione?

Ci sono alcune novità, quella principale è il nuovo team che mi affiacherà e percorrerà la stessa tratta dello scorso anno, solo che lo faranno con il kayak, mentre lo scorso anno per essere più scenografici anche in un panorama estivo, abbiamo utilizzato una canoa polinesiana che permetteva l’uso contemporaneo con 7 persone a bordo. Quest’anno con i kayak percorreremo i 250 km di costa per arrivare da Cagliari a Budoni. Con noi ci saranno tre dottoresse che operano all’ospedale Oncologico Businco di Cagliari e quattro ex pazienti che hanno subito il trattamento oncologico.

Lo scorso anno hai dato una scossa elettrica al progetto ottenendo un risultato importante e hai raggiunto un grosso obiettivo. I 12.000 € raccolti ti hanno permesso di acquistare 4 poltrone da infusione per chemioterapica, donate poi all’Ospedale Oncologico Businco di Cagliari. Per quest’anno cosa ti proponi ti raggiungere?

L’anno scorso abbiamo raggiunto la quota di 12.000 euro raccolti e sì è stata una bella scossa elettrica, io stesso non mi aspettavo di arrivare a raccogliere così tanto. Diciamo che rispetto alle altre edizioni, quello è stato un lavoro di squadra, tutti quanti con le nostre conoscenze, le nostre condivisioni siamo riusciti a raggiungere più persone e questo ha fatto fare il grande salto. Quest’anno ci stiamo riprovando con il nuovo team e per ora posso dire che stiamo andando benone, siamo a fine giugno e sono stati già raccolti circa 7.000 euro e vediamo un po’ cosa succederà nei mesi avvenire. Lo scorso anno abbiamo speso l’intera cifra per acquistare le poltrone da infusione perché se uno fa un salto al 5° piano dove ci sono le stanze del day ospital, capisce immediatamente quale sia la priorità. Purtroppo ci sono stati tanti problemi con il settore sanità in Sardegna…

Hai iniziato a navigare da solo con il tuo Kayak, ora invece hai costruito un team che ti supporta. Pensi sia stata questa la mossa vincente?

Per realizzare tutto questo devo dire che ho avuto una fortissima partecipazione delle amministrazioni e delle comunità che toccheremo. In primis la comunità di Villasimius, poi Villaputzu, e Muravera la novità di quest’anno. Poi ancora le comunità di Barisardo, Tortolì, Orosei e per poi chiudere Budoni. Devo dire grazie a tutti quanti loro che mi daranno nuovamente un forte aiuto per provare a raggiungere l’obiettivo dell’acquisto di altre quattro nuove poltrone. Speriamo si possa raggiungere questo risultato a fine tour, poi ci saranno ancora settembre e ottobre per chiudere in bellezza questa nuova esperienza del 2019.

Nei tuoi progetti metti insieme sport, benessere e solidarietà. Da cosa nasce questa tua esigenza?

Nei miei progetti ho sempre messo ciò che faceva parte della mia vita. Lo sport e la natura, che messi insieme nelle giuste proporzioni creano un benessere all’anima. Come tu ben sai, ho voluto condividere da subito questo risultato con le persone che mi hanno supportato e con la stampa. Diciamo che le persone mi chiedono sempre cosa si prova a vedere angoli che con grandi imbarcazioni sono impossibili da vedere. E io rispondo che si prova una grande gioia e una pace indescrivibile e non ho fatto altro che condivide questa gioia con altre persone che hanno affrontato un’esperienza di vita molto forte, come può essere un trattamento oncologico. Lo scorso anno ho dato questa opportunità al gruppo delel volontarie dell’associazione “Sinergie Femminile” e quest’anno ho voluto equiparare le cose coinvolgendo l’associazione “Abbracciamo un sogno”. La mia idea era quella di dare loro la sensazione di libertà che ho sempre provato io. Poi per fare un discorso più “ambizioso”, spero che questa esperienza possa dar loro ancora più forza ed energia.

 

Tutti noi possiamo diventare parte dell’iniziativa con una donazione, per farlo vi invito a visitare il sito Strange for Life, dove troverete tutte le informazioni necessarie per partecipare alla raccolta fondi e incontrare Daniele e la sua squadra nelle varie tappe in giro per la Sardegna.

Non mi resta che augurare a Daniele e al suo team un grande in bocca al lupo!

Galleria fotografica

Francesca Marini

20 eventi pubblicati

6 notizie pubblicate

0 aziende pubblicate

# Altre Notizie

  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • Google+
  • Youtube
  • Feed

TERRA DE PUNT SRL P.IVA 03794090922

Numero REA: 298042 - Iscrizione ROC: n. 32207

SARDEGNAEVENTI24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Sassari n. 1/2018

Sede Legale: Via Anglona 7, 09121 Cagliari

Sede Operativa: Viale Trento 15, 09123 Cagliari

X
en Englishfr Françaisde Deutschit Italianopt Portuguêses Español