Italia Eventi 24
LinguaIT
I bar notturni col Dpcm chiudono prima di aprire
Cinque motivi per cui sta andando male per i bar

Intervista a Tiziano Cadeddu giovane imprenditore

“Sta andando male”. Tre parole sulla bocca di tutti i baristi che sintetizzano al meglio il loro bilancio finanziario. Uno dei tanti, il giovane imprenditore Tiziano Cadeddu ci spiega l’andamento del settore e il perché “non va”.
L’orario. Il primo punto a sfavore è sicuramente l’obbligo di chiusura alle 18:00. I bar notturni come quelli di Tiziano iniziano a lavorare sul serio verso le 22:00. Risultano quindi entrate pari al 20% del fatturato dell’anno precedente, cosa comune a tutti i bar.
I sussidi. Secondo Tiziano “Per quanto ci riguarda speriamo di ricevere un sostegno adeguato.”
L’asporto. Molti diranno “Fai come i ristoranti allora, fai l’asporto.” Purtroppo questa pratica non è adatta ai bar poiché è più conveniente reperire alcolici presso i supermercati e poi chi ordinerebbe mai un cocktail d’asporto?
Il futuro. A causa dell’incertezza Covid nessuno si sogna più di fare grossi investimenti per ristrutturare o rinnovare il proprio locale, portandoli inesorabilmente verso alla rovina.
La cattiva comunicazione. Abbiamo già visto altri imprenditori fare investimenti per la sanificazione (Ristoranti
, Palestre
) Con la stessa buona volontà anche Tiziano ha affrontato questa spesa, la quale si è rivelata non tanto vantaggiosa viste le attuali restrizioni. In aggiunta la difficoltà a intendere le nuove misure sanitarie potrebbe portargli una multa salata vista da parte di un ispettore molto pignolo.
Concludiamo con altre tre parole sulla bocca di tutti, siano essi lavoratori sardi e italiani “vogliamo solo lavorare.”

************************************************************************************************

“It’s going bad”. The words which all bartenders saying. One of the many, the young entrepreneur Tiziano Cadeddu explains to us the trend of the sector and why “it is going bad”.
The time. The first negative point is certainly the obligation to close at 6 pm. Night bars like Tiziano’s bar start working around 10 pm. So they’ve revenue equal to 20% of the previous year’s turnover, something common to all bars.
The aids. According to Tiziano “In my opinion, I hope to receive adequate aid.”
The takeaway. People could say “Do as the restaurants, do take away.” Unfortunately, this practice is not suitable for bars because alcohol is cheaper at supermarkets and then who would ever order a takeaway cocktail?
The future. Due to Covid uncertainty, no one dreams investments to renovate or renovate their bar, inexorably leading them to the ruin.
Bad communication. We have already seen other entrepreneurs making investments on sanitation (Restaurants
, Gym) With the same good intention, also Tiziano faced this expense, which turned out to be so in advantageous for the current restrictions. In addition, it’s very hard to understand the new health measures so he could get a hefty fine from a very fussy inspector
We conclude with other words sad by Sardinian and Italian workers “we just want to work.”

Davide Camba

0 eventi pubblicati

16 notizie pubblicate

0 aziende pubblicate

# Altre Notizie

  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • Google+
  • Youtube
  • Feed

TERRA DE PUNT SRL P.IVA 03794090922

Numero REA: 298042 - Iscrizione ROC: n. 32207

SARDEGNAEVENTI24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Sassari n. 1/2018

Sede Legale: Via Anglona 7, 09121 Cagliari

Sede Operativa: Viale Trento 15, 09123 Cagliari

X
en Englishfr Françaisde Deutschit Italianopt Portuguêses Español