Mario-Pierno-e-Manuela-Ragusa-medium

Notte di note nel Barigadu con il “Cantico dal Mare” di e con Manuela Ragusa (voce) – Mario Pierno (corde e Loopstation, Harmonium, Chimes), protagonisti sabato 6 agosto 2022 alle 22 in piazza Santo Isidoro a Allai (OR) sotto le insegne della IV edizione del Festival “Palcoscenici d’Estate” organizzato dal Teatro del Segno con la direzione artistica di Stefano Ledda e con il patrocinio e il sostegno del Comune di Allai e della Regione Sardegna – con un ricco cartellone fra prosa, musica, danza, cinema, gastronomia e letteratura dal 16 luglio al 20 agosto nel cuore del suggestivo paese della “casa sull’albero” e delle statue menhir.

Il fascino della tradizione musicale sarda si sposa alla tradizione siciliana e napoletana, reinterpretate in chiave contemporanea per un ideale dialogo tra popoli e culture del Mediterraneo. Il lavoro, secondo la cantante Manuela Ragusa e il polistrumentista Mario Pierno, «nasce dal desiderio di poesia e da una ricerca sui suoni provenienti dalle radici: il mare rappresenta un collante fra tante terre diverse e rende un “Unico” il mondo, così come fa la musica». Il progetto rappresenta un «viaggio negli abissi dei sentimenti umani», trasfigurati in un’alchimia di note e parole, attraverso la contaminazione e la fusione di «linguaggi, ambientazioni etniche, folk e strumentazioni moderne».

I due artisti, partendo da una formazione e da backgrounds differenti, hanno trovato un punto d’incontro nella comune passione per la musica, nelle sue differenti declinazioni. Manuela Ragusa (voce), ha esordito come attrice e cantante, collaborando con varie compagnie e associazioni culturali, in particolare come “boghe di punta” nel coro Actores Alidos (e corista nel tour di Vinicio Capossela) per poi immergersi, nel pop, rock, in musical e sperimentazioni vocali con loopstation. Mario Pierno (chitarra) giovanissimo inizia a esibirsi come musicista da strada, successivamente frequenta al Conservatorio di Cagliari il corso di Musica e Nuove Tecnologie, poi comincia a lavorare come tecnico del suono, operatore streaming, video-maker per varie associazioni culturali, service e teatri, senza però rinunciare all’attività concertistica: suonando con vari gruppi musicali, spaziando dal genere funk al progressive, dal rap all’hard-rock e creando colonne sonore per cortometraggi. 

Share via
Copy link
Powered by Social Snap