Il gioco Saturnalia

Un’avventura che trae spunto dalle millenarie tradizioni sarde è al centro di Saturnalia, videogioco realizzato con un team internazionale da Santa Ragione, studio di game design italiano fondato da Pietro Righi Riva e Nicolò Tedeschi.

Il videogioco, distribuito da Epic Store (dal 27 ottobre 2022), è stato sviluppato grazie al supporto del programma Europa Creativa dell’Unione Europea e della Fondazione Sardegna Film Commission. 

In particolare la Sardegna Film Commission ha creato il primo fondo location scouting specificatamente declinato per il mondo videoludico, combinando una ricerca di ambientazioni e talenti con gli incontri di approfondimento   insieme agli esperti del territorio, a cui hanno fatto seguito interviste e ricerche sul Carnevale barbaricino e sulle tradizioni isolane.

La vicenda è ambientata nel villaggio immaginario di Gravoi, colpito da eventi inspiegabil. Infatti, nella notte del 21 dicembre 1989, si aggira una presenza tenebrosa e i protagonisti devono fuggire per sopravvivere. 

Il team di produzione e la videogame expert della film commission, Susanna Tornesello, hanno accompagnato il progetto sin dalle sue prime fasi creative e di sviluppo, favorendo l’incontro con le professionalità delle industrie creative e tecniche dell’Isola e creando le condizioni favorevoli per raccontare, attraverso il linguaggio del videogame, la ricchezza e la complessità del patrimonio culturale sardo.

«È stata un’avventura straordinaria cominciata nel 2018 con un Location Scouting durante il Carnevale barbaricino e subito la visionarietà di Pietro Righi Riva ci ha colpito – ricorda il Presidente della Fondazione Sardegna Film Commission della Regione Sardegna Gianluca Aste – Con il coinvolgimento del nostro team, tra la magia delle rocce del Gennargentu e il fascino del museo delle maschere di Mamoiada hanno preso corpo le figure immaginarie del contemporaneo videoludico, intrecciate anche nel parco geominerario del Sulcis con la storia dei lavoratori sardi e dell’amore per la nostra terra. È stato fondamentale il supporto e sostegno ricevuto dai comuni e dagli enti coinvolti nel progetto».

Share via
Copy link
Powered by Social Snap