Un frame del videoclip di Joe Perrino

Si chiama “Graziella” ed è il secondo video e singolo estratto dall’album di Joe Perrino “Canzoni di Malavita – vol. 3 PerGraziaNonRicevuta, uscito per Freecom Music e dal 22 luglio disponibile in formato fisico in tutti i negozi di dischi in collaborazione con il supporto discografico di ZdB.

Il brano vuole essere una denuncia, che sottolinea e punta i riflettori su quel malato, perverso e spesso fatale senso del “possesso”, che troppo facilmente distorce e travolge anche il quotidiano rapporto tra uomo e donna.

Il video (online a questo link) in perfetto stile rétro, grottesco e onirico, che ricorda la commedia italiana anni ‘70, con la regia di Paolo Carboni e Daniele Arca per la Area Visuale Film, vede il cantautore Joe Perrino e i suoi musicisti, Flavio Piga e Alessio Olla, narrare la storia di “Graziella”.

Interpretata da Zuanna Maria Boscani, Graziella è una prostituta sfruttata e maltrattata dal suo protettore, interpretato da Carlo Porru – commenta Joe Perrino – che trova riscatto con la complicità del cliente innamorato, Maurizio Barbarossa, scoprendo così un senso di libertà mai conosciuto. Graziella è una storia di ordinaria violenza e straordinaria commovente vendetta”.

Iniziato nel 2010 con l’album “Canzoni di Malavita” e prima ancora con il progetto “Operaio romantico”, il percorso di Joe Perrino si configura come una denuncia delle condizioni di vita nelle carceri e dipinge un accorato affresco di alcune storie di vita dei detenuti. Un album degli “ultimi”, che strizza l’occhio, anche geograficamente, all’opera di Fabrizio De André.

BIO

Joe Perrino, al secolo Nicola Macciò, è un artista sardo, nato a Cagliari l’8 aprile 1965. Cantautore e attore, fonda nel 1984 la band beat-gardage Joe Perrino and The Mellowtones. Nel 1986 pubblicano il primo album con la IRA Records di Firenze: Rane N Roll. Dopo il trasferimento a Londra, inizia una collaborazione con gli Horse London e, poco tempo dopo, con il chitarrista anglo-americano Perri Boyesen, con il quale formerà la band The A.D. Show.

Finita l’esperienza all’estero, Joe Perrino torna in Italia e insieme a un gruppo di giovani musicisti dà vita agli Elefante Bianco (1995). Durante la fase discendente degli Elefante Bianco, Joe comincia il progetto “Un operaio romantico” che porta in teatro cominciando a trasformare i concerti in forma musico teatrale.

Alla fine degli anni Novanta inizia un altro progetto, “Canzoni di malavita” dove recupera canzoni disperate talvolta ironiche come accentua l’interpretazione drammatica di Joe, che vengono riarrangiate in una forma canzone vera e propria. A gennaio 2021 è uscito per Freecom Music il vol. 3 di questo percorso. Ha inciso 18 dischi e interpretato 8 film, oltre a numerosi spettacoli teatrali.

Share via
Copy link
Powered by Social Snap